Supporti e resistenze:Utilizzo e reale efficacia

In questo articolo ti spiegheremo le nozioni fondamentali relative ai supporti e resistenze. Come al solito, cercheremo di trasmetterti anche parte della nostra esperienza di trading.

Indice

Definizione dei supporti e delle resistenze

Supporti e resistenze in trend al rialzo e al ribasso

Con lo studio della trendline abbiamo visto che i prezzi si muovono attraverso una serie di massimi e minimi e la tendenza di questi massimi o minimi determina il trend del mercato. I minimi sono chiamati supporti mentre i massimi sono definiti resistenze. In genere in un trend al rialzo un livello di resistenza coincide con un massimo precedente. Ogni volta che i prezzi testano una resistenza, il trend rialzista entra in una fase molto importante, analizzando la quale si capisce la forza del trend e le sue probabilità di continuazione. L’incapacità di superare una resistenza in un mercato rialzista, costituisce in genere un segnale di debolezza, il trend potrebbe cambiare. Lo stesso vale per un trend al ribasso. L’incapacità di rompere un precedente supporto può rappresentare un primo segnale di indebolimento del trend in atto.

Determinare l’importanza delle aree di prezzo

Per identificare la significatività di un supporto e di una resistenza si considerano tre fattori:

  • La quantità di tempo in cui i prezzi sono transitati sulle eventuali aree di supporto e resistenza.
  • Il volume scambiato in concomitanza dei prezzi sulle eventuali aree di supporto e resistenza;
  • Il tempo trascorso dall’ultima volta in cui i prezzi sono transitati sulle eventuali aree di supporto e resistenza.

Se i prezzi si muovono lateralmente per tre settimane, in un’area di congestione, prima di muoversi al rialzo, quest’area di supporto sarà più importante di un’altra, dove il consolidamento si è sviluppato per soli tre giorni. Il volume è un altro mezzo per misurare la significatività di supporto e di resistenza. Se un livello di supporto è accompagnato da un volume molto forte, aumenterà l’importanza nei confronti di altri supporti accompagnati da volumi minori. Un terzo metodo per determinare l’importanza di un’area di supporto o di resistenza consiste nel tempo trascorso dall’ultima volta in cui i prezzi sono transitati nelle eventuali aree di supporti e resistenze: tanto più è recente l’attività, tanto più le aree saranno significative.

Differenza rispetto alla trendline

Abbiamo visto che anche la trendline genera supporti e resistenze. La differenza è data dal fatto che la trendline genera supporti e resistenze dinamiche.  Esse si muovono in funzione del tempo lungo la trendline. Salgono in un trend crescente. Scendono in un trend al ribasso. Quando parliamo invece di supporti e resistenze facciamo in genere riferimento a valori statici. E’ possibile quindi identificarli attraverso delle rette orizzontali che nel caso delle resistenze congiungono punti di massimo, mentre nel caso dei supporti congiungono punti di minimo.

Supporti e resistenze statistici

Utilizzo in analisi tecnica dei supporti e resistenze

Il supporto è un livello di prezzo in cui l’interesse dei compratori aumenta, al punto di superare la pressione dei venditori. Nella realtà al livello di supporto, il ribasso dei prezzi potrebbe fermarsi e i prezzi potrebbero risalire. La resistenza è l’inverso del supporto perché rappresenta un livello di prezzo del mercato in cui la pressione dei venditori supera quella dei compratori, determinando interruzioni delle fasi di rialzo.

Molti trader tecnici ipotizzano che il movimento dei prezzi è influenzato dalla presenza di supporti e resistenze. La maggior parte dei trader è confidente che a quei livelli di prezzo, aumentano i volumi e il trend in atto può subire una pausa. Quindi una volta che un’area di supporto o resistenza è stata individuata, quei livelli di prezzo possono servire come potenziali punti di ingresso o di uscita di un trade.

Riflessioni sull’efficacia di supporti e resistenze

Perché si formano i supporti e le resistenze?

Perché un prezzo diventa area di supporto? Accade poiché a quei livelli di prezzo ci sono più ordini di acquisto. Nel caso di una resistenza invece ci sono più ordini di vendita. Anche in questo caso l’autoefficacia dell’analisi tecnica (spiegata nella nostra guida di approfondimento sull’analisi tecnica) spiega parte del fenomeno. Immagina un prezzo che negli ultimi sei mesi non è riuscito a superare un determinato livello, formando quindi un’area di resistenza. E’ probabile che quando il prezzo ritorna a quei livelli, gli operatori, timorosi di una discesa dei prezzi, preferiscano vendere. Accade l’opposto con le aree di supporto, sulle quali gli operatori, speranzosi in una ripresa dei prezzi, acquistano. Se gli operatori fossero razionali, le aree di supporto e resistenza non esisterebbero.

Tuttavia è possibile individuare anche un motivo più semplice. Spesso i supporti e le resistenze coincidono con numeri tondi. Gli operatori in genere immettono ordini di acquisto su livelli di prezzo tondi, come 8000 o 8100 piuttosto che su 8010 o 8105. Questo accade poiché è semplicemente più pratico. Supporti e resistenze sono livelli di prezzo che presentano un maggior volume di ordini, riconoscibili anche solo dal book di negoziazione. Esiste sempre una relazione tra livelli di prezzo importanti e contesto macroeconomico fondamentale di riferimento.  In genere la rottura di tali livelli di prezzo avviene in concomitanza di eventi di carattere fondamentale.

Utilità reale di supporti e resistenze

Gli scenari possibili all’avvicinarsi del prezzo a un livello di supporto sono due, la tenuta del supporto o la sua rottura. La rottura potrebbe generare un movimento al ribasso. La tenuta un movimento al rialzo. Il tutto è reso più complesso dal fatto che spesso i prezzi sporcano i livelli di supporto. Stesso discorso, ma all’inverso per le resistenze. Basandoti esclusivamente sui concetti di analisi tecnica classica, non apporterai alla tua strategia di trading alcun un vantaggio in termini di probabilità di individuare la direzione dei prezzi. Così come suggerito per nel paragrafo relativo alla trendline, l’ideale è associare ai concetti di supporto e resistenza l’analisi fondamentale del contesto economico/finanziario.

L’individuazione di supporti e resistenze potrebbe fornirci informazioni relative ai movimenti di brevissimo termine. Così come per la maggior parte degli strumenti di analisi tecnica, anche supporto e resistenza hanno maggiore validità nel breve termine.